Support
Home - Croce Rossa Italiana Comitato Municipio 8-11-12 di Roma

“La giovinezza è tante cose, anche una particolare accuratezza dello sguardo che afferra un enorme numero di particolari e sfumature” scriveva Italo Calvino.

Ed è esattamente questa la sensazione che ci hanno trasmesso bambini e ragazzi della scuola Forlanini, dove da pochi giorni si è conclusa l'attività di formazione sulla gestione delle emergenze, da parte dei volontari del nostro Comitato.Lo dimostrano i disegni che ci hanno consegnato alla fine degli incontri, dai quali è emersa la loro capacità di vedere oltre quello che i volontari hanno cercato di trasmettergli: il valore dell'impegno umano, al di là di ogni insegnamento teorico.

 Un sentito ringraziamento va a Paolo Rossi che da molti anni conduce l'attività di sicurezza nelle scuole, portando in questi istituti un po’ di Croce Rossa e permettendo ai giovani di riflettere sui valori che ci contraddistinguono.

 

 

cri2cri3

La formazione è uno dei pilastri che consente ai volontari di Croce Rossa di operare con professionalità in tutti i settori in cui sono chiamati ad intervenire. Per una crescita costante nell’ambito dell’emergenza sanitaria è importante conoscere approcci metodologici diversi da quelli prettamente di soccorso, in particolare quelli che coinvolgono le Forze dell’Ordine.

Con questo spirito quest’anno, ci siamo rivolti all’Arma dei Carabinieri, le cui capacità professionali e di addestramento sono ben note.

Abbiamo avuto la possibilità di ricevere una formazione mirata per gli operatori volontari di ambulanza partecipando a due incontri che hanno trattato gli aspetti inerenti “L’approccio alla scena del crimine” presso l’ISTI (Istituto Superiore Tecniche Investigative). Apprendere come, con poche accortezze, si possa compiere un efficace soccorso, preservando le scene del crimine, ci ha confermato la valenza formativa di tali incontri.

 

 foto 1 

 

Tutto ciò è stato possibile grazie all’Arma dei Carabinieri e in particolare al Comandante dell’ISTI Col. Antonio BANDIERA, e alla professionalità di tutti i suoi collaboratori .

Aiutaci a vincere la competizione più "buona" dell'anno!

Vota il "Red Cross Comics", un innovativo progetto, scritto e presentato dai Giovani del nostro Comitato, che gareggia alla seconda edizione di Aviva Community Fund!
Il progetto porterà nelle scuole e tra i ragazzi dei nostri Municipi una ventata di fantasia, colori e tanta voglia di disegnare! I ragazzi che parteciperanno, aiutati dai nostri volontari,disegneranno il proprio fumetto contro il bullismo.

Quello più votato verrà stampato e pubblicato online e la scuola vincitrice avrà in regalo un defibrillatore!

Clicca sul link 
https://community-fund-italia.aviva.com/voting/progetto/schedaprogetto/16-1096

Registrati sul sito Aviva e vota il progetto!
Hai tempo fino al 30 Marzo ed hai a disposizione 10 voti in totale!


Leggi i dettagli del progetto sul sito Aviva Community Fund e sull'apposita sezione del sito www.criroma11.org e condivi con tutti i tuoi amici. Abbiamo bisogno dell'aiuto di tutti!

 

licona dell Aviva Community Fund

avivabg1

Anche quest'anno il nostro Comitato sostiene la campagna dell'AIMS per la raccolta fondi destinati alla ricerca scientifica sulla sclerosi multipla.

I nostri volontari, insieme ai volontari AIMS, vi aspettano sabato 4 e domenica 5 marzo dalle 9.30 alle 19.30 su viale Marconi (di fronte alla libreria Feltrinelli), dove verranno distribuite le piante di gardenia, in cambio di una piccola donazione.

Sostieni la ricerca anche tu!

aism2017

Il 17 Febbraio il Santo Padre,per la prima volta, ha visitato l'Università degli studi "Roma Tre".

I nostri volontari hanno ricevuto il saluto personale di Papa Francesco ed hanno garantito la sicurezza sanitaria dell'evento con 2 ambulanze, 2 squadre sanitarie ed 1 squadra di emergenza, in collaborazione con la stessa Università.

 

cripaparomatre

Il 18 gennaio la terra trema di nuovo nelle zone già martoriate dal sisma del 24 Agosto e del 30 Ottobre. Una nevicata senza precedenti ha isolato Amatrice ed i paesi limitrofi.

Ecco il racconto del Referente SMTS del nostro Comitato:

 

 «All’alba del 18 gennaio un nucleo di 5 persone munito di materiale in dotazione per terreni innevati è partito alla volta di Amatrice.Giunti a destinazione ci siamo messi a disposizione del Referente CRI presso il COC di Amatrice.Le richieste della popolazione isolata da due giorni a causa dalla neve erano tantissime. Abbiamo deciso di dividerci in due squadre per intervenire immediatamente sui casi più critici. Un nucleo dotato di Ambulanza 4x4 e di una turbina da neve si è recato nelle frazioni più vicine per liberare quante più case possibili, mentre gli altri componenti della Squadra hanno raggiunto a bordo di  un fuoristrada le frazioni più lontane.Giunti sul posto ci siamo trovati di fronte ad un muro di 150 cm di neve che impediva anche alla turbina di scavare.

Abbiamo proceduto nell’unico modo possibile, con le nostre sole forze. Finalmente dopo due giorni di isolamento, con nostra grande soddisfazione abbiamo permesso al Signor Mario di uscire di casa e anche le frazioni più isolate sono state raggiunte dalla nostra squadra.Solo a tarda sera decidiamo di rientrare al campo. Il mattino seguente abbiamo svolto la nostra attività in supporto dei volontari della protezione civile, per recuperare l’attrezzatura sanitaria, da quello che restava della tenda dell’ospedale di Amatrice, crollata sotto il peso della neve. A fine turno accompagnati da un mezzo del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, siamo tornati a riprendere la nostra auto.  Stanchi ma soddisfatti per il lavoro svolto, siamo rientrati in Comitato.» 

 

Foto 13

 

La squadra SMTS del nostro Comitato è stata l’unica ad essere attivata direttamente dalla Sala Operativa Nazionale perché sempre pronta a partire  in pochissimo tempo. Il Delegato Nazionale delle Attività di Emergenza Roberto Antonini ha inviato tramite il Delegato Nazionale SMTS Claudio Lamolinara i ringraziamenti per il lavoro svolto durante l’emergenza neve.

Photo Gallery